venerdì 15 luglio 2016

Lavoro finito: un abito per un matrimonio

Finalmente ho finito l'abito per il matrimonio di cui vi parlavo qualche post fa; son riuscita a mettere il treppiedi in una posizione decente e a scattare giusto un paio di foto per mostrarvelo stirato, indossato e pronto per l'uso.

NB: sul seno non veste perfettamente perché, ahimé,
ho fatto queste foto indossandolo sopra un reggiseno vecchio.
Ermhh.
Dettagli del progetto:
- Cartamodello: disegnato interamente su base delle mie misure anatomiche con il metodo Sitam. Il corpetto è il base con ripresa di tipo redingote sul davanti, con riprese normali sul dietro e con un'ulteriore centimetro ripreso sulla cucitura del centro dietro. La manica corta è la base senza arricciature sul colmo. La gonna di base è un modello leggermente svasato (+2 cm su un 1/4 fondo) aperto in due punti per creare i faldoni; il primo è di 16 cm, il secondo di 12 cm.
La scollatura è rifinita con una paramontura interna in 3 pezzi (uno per il davanti, due per il dietro), disegnati in carta dopo lo sdifettamento del modello indossato.
Per disegnare il cartamodello, tagliare la stoffa e fare le marche ho impiegato complessivamente 2 ore e mezza.
- Tessuto utilizzato: sono due scampoli da circa 1,5 m in 80% cotone e 20% seta acquistati presso Diffusione Tessile costati complessivamente 34€; ho usato circa 300 metri di filo Gutermann 100% poliestere, costato all'incirca sui 4€; la zip laterale è una normale da 26 cm costata 0,60€. A livello di puri materiali quest'abito è costato 38,60 €.
- Confezione: ho assemblato prima il corpetto intero, le maniche, successivamente ho cucito i faldoni della gonna per 8 cm all'interno e ho unito sui fianchi la gonna, per poi unirla al corpetto.
La paramontura della scollatura è stata prima unita nei vari pezzi e poi cucita allo scollo del capo e ribattuta internamente per mantenere l'esterno privo di impunture.
Le cuciture dei fianchi sono con i margini aperti e surfilati con zigzag, quelle del sottomanica e delle riprese redingote a margini uniti ridotti a 0,6 cm e surfilati.
Gli orli del fondo e delle maniche sono fatti a mano con sottopunto; la paramontura è fissata con punti lunghi sulle spalle e al centro dietro.
In totale tra imbastiture, prove, confezione ho impiegato 16 ore di lavoro.
Considerate che per la cucitura definitiva del corpetto alla gonna, sul retro, son dovuta intervenire un paio di volte perché le pieghe non stavano bene.

Questo è uno dei progetti di cucito che ho realizzato del quale vado più fiera, anche se son sicura che potrebbe essere anche migliore di così, soprattutto a livello di confezione della vita.
Da quando ho iniziato il primo corso nel febbraio 2015, è il quarto abito che realizzo... quindi suppongo che ci siano margini di miglioramento!


Se lo vedete un po' spiegazzato, le motivazioni sono due: la prima è che la stoffa è splendida ma parecchio rigidina e prende subito le pieghe (mannaggia), la seconda è che non sapevo più come girarlo per stirarlo bene... e si vede che non ce lo fatta bene (ihihihi).

Se doveste chiedervelo, le scarpe sono le Cagged di Steve Madden nel colore Gold, di un paio di stagioni fa.

2 commenti:

PaolaeMargherita ha detto...

E' bellissimo e ti sta molto bene, non posso che lodare innanzitutto il gusto nella scelta del modello, che a mio parere è un classico evergreen, poi la scelta della stoffa che sebbene scura (si fa un poco fatica ad apprezzare dalla foto)ma si intuisce che è bella consistente adatta al modello. Sulle finiture nulla si può dire, bisognerebbe criticare vedendolo da vicino...ah ah!) ma certamente sarà finito benissimo. Ti invidio moltissimo.

laura ha detto...

brava Paola!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails